Referendum per privacy Facebook e DDR su social network

Referendum per privacy Facebook
Referendum per Privacy Facebook e DDR dove viene chiesto agli utenti di esprimere, fino al prossimo 10 dicembre, la propria opinione sui documenti che dovranno regolare il famoso social network. Nonostante le comunicazioni inviate a tutti gli iscritti, in pochissimi sembrano essere consapevoli dell’esistenza del Referendum e di quanto viene effettiamente richiesto.

Voto sulla Dichiarazione dei Diritti e delle Responsabilità su Facebook


Se è vero che gli utenti vengono chiamati ad esprimersi sulla Dichiarazione dei Diritti e delle Responsabilità su Facebook, è altrettanto vero che, se almeno il 30% della community non voterà contro, tali modalità di votazione verranno eliminate, dando alla società di Mark Zuckerberg la facoltà di modificare autonomamente le regole della privacy.
 
In definitiva se, entro il prossimo 10 dicembre, non voteranno 300 milioni di utenti sul referendum per privacy facebook, tutte le future modifiche allo Statement of Rights and Responsibilities avverranno senza tener conto del volere degli iscritti.

Facebook esclude gli utenti sulla modifica della privacy?


Ma allora Facebook esclude gli utenti sulla modifica della privacy? Sebbene la consultazione non sia ancora finita, è bene notare che, alla precedente votazione hanno partecipato lo 0,038% degli iscritti, una percentuale nettamente inferiore al limite imposto dalla società. Cosa ne sarà dei dati degli utenti? Impegnamoci a condividere l’informazione e facciamo votare tutti il Referendum per privacy Facebook attraverso l’apposita pagina Facebook.