Microsoft SkyDrive si trasforma in Microsoft OneDrive

Il logo di Microsoft OneDrive
Il logo di Microsoft OneDrive

Microsoft SkyDrive si trasforma in Microsoft OneDrive per evitare le imponenti azioni legali annunciate da parte di Sky, la celeberrima piattaforma televisiva di Rupert Murdoch. Così, il noto servizio di cloud computing ha preferito cambiare nome introducendo, a tutti gli utenti, la possibilità di guadagnare spazio extra gratuitamente esattamente come già fatto da Dropbox.

Con OneDrive arrivano nuove interessanti funzionalità per utilizzare al meglio i 7 GigaByte offerti gratuitamente a ciascun iscritto. Una disponibilità di spazio assai interessante e che può essere ampliata di 3 GB attivando il salvataggio automatico di fotografie e video presenti nel proprio smartphone. Inoltre, per ogni nuovo utente presentato, è possibile ricevere ulteriori 500 MB fino ad un massimo di 5 GB.

Rispetto al più vecchio SkyDrive inoltre, non solo il nuovo software comprende una migliore integrazione con i pacchetti Microsoft Office ma anche con tutti i sistemi operativi più diffusi dove oltre ai Windows e Windows Phone, sono contemplati iOS, Android ed Xbox.

Il servizio, molto diffuso soprattutto tra gli utenti di Windows XP, Windows 7 e Windows 8, in pochissimo tempo è riuscito ad ottenere un successo equiparabile ad altri servizi altrettanto conosciuti come il servizio cloud di Dropbox e quello di Google Drive. Non è difficile inoltre incontrare utenti che, per ragioni di spazio ed opportunità, utilizzano tutti e tre i servizi contemporaneamente.